AGOSTO 2020
L M M G V S D
03
04
05
06
07
08
09
la Fondazione per

Venetiae

Determinazione di un’area regionale fra antichità e alto medioevo


Claudio Azzara

Venetiae

Determinazione di un’area regionale fra antichità e alto medioevo
Fondazione Benetton Studi Ricerche-Canova
Treviso 1994

188 pagine

2 illustrazioni in bianco e nero
prezzo di copertina 11,50 euro

ISBN 88-86177-36-4
(Studi veneti/monografie, 4; prima ristampa Treviso 2002)


Con la costituzione tra l’8 a.C. e il 6 d.C., durante gli anni di regno dell’imperatore Augusto, della X Regio Venetia et Histria, venne per la prima volta conferita unità amministrativa a un insieme territoriale – corrispondente all’incirca all’odierno Triveneto, alla parte orientale dell’attuale Lombardia e alla penisola istriana – caratterizzato da secolari articolazioni e cesure, di natura geografica, etnica e culturale.
Quest’ambito era peraltro capace di offrire al contempo forti connotazioni unitarie, sul piano dell’organizzazione economica e su quello della stessa identità, destinate a esprimersi con maggior evidenza durante il bassoimpero, quando la regione nel suo insieme giunse a proporsi quale avamposto dell’Italia romana verso il mondo barbarico centroeuropeo.
Tale assetto conobbe profondi mutamenti dopo la caduta dell’impero romano d’Occidente, con il succedersi nella penisola italiana delle diverse dominazioni gota, longobarda e carolingia. L’esito fu non solo la separazione dell’Histria dalla Venetia, ma anche la divaricazione all’interno di quest’ultima tra l’ambito lagunare e la terraferma, oggetto a sua volta di nuove forme di inquadramento.

Questo libro, nel ripercorrere le vicende che interessarono l’area veneto-istriana dall’età di Augusto agli inizi del IX secolo, esamina i diversi processi di definizione territoriale, cercando di individuare gli elementi di frattura o di continuità, e considerando i modi in cui la regione venne di volta in volta percepita e descritta dai contemporanei.



 

Claudio Azzara (Venezia 1964) insegna Storia Medievale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Salerno. Si occupa prevalentemente di storia politico-istituzionale dell’alto Medioevo, con riferimento soprattutto alle stirpi barbariche, al papato, alle codificazioni di diritto. Tra le sue pubblicazioni: L’ideologia del potere regio nel papato altomedievale (Spoleto 1997); Le invasioni barbariche (Bologna 1999); L’Italia dei barbari (Bologna 2002); Ecclesiastical institutions e The papacy, in Italy the early Middle Ages (Oxford 2002).

 

 

 


 

L’opera è stata segnalata al Premio “Salotto Veneto 1995”, nella sezione dedicata alla storia della civiltà veneta.

 
Pagina 1 2
 
FONDAZIONE BENETTON STUDI RICERCHE
via Cornarotta 7-9, Treviso, Italy | c.f. 01236810261
     Privacy Policy      Cookie Policy      Partecipazioni      Link