NOVEMBRE 2020
L M M G V S D
23
24
25
26
27
28
29
la Fondazione per

Villa Manin, Passariano (Udine)


Passariano è un sito composto «dal complesso monumentale dei Manin, dai manufatti edilizi adiacenti, in parte preesistenti, dagli spazi aperti di immediato intorno (giardini) e dal sistema dei riferimenti territoriali e paesistici», come recita la convenzione con la Regione Friuli Venezia Giulia, proprietaria del complesso monumentale e del giardino.

Il laboratorio ha simulato responsabilità e poteri della committenza, utilizzando specialismi analitici e progettuali, raccogliendo documenti, fonti e testimonianze, che permettessero di ricostruire la vicenda delle trasformazioni del luogo (auspicando un riordino del cospicuo archivio della famiglia Manin) e di interpretare le stratificazioni naturali e storiche che ne costituiscono l’identità, i caratteri e le misure.

Innanzitutto è apparso necessario lo spostamento dell’attenzione dal testo monumentale (il complesso padronale) ai contesti situali, con la conterminazione degli ambiti nei quali elaborare un modello di mobilità e di intermodalità in grado di ordinare le relazioni con le grandi vie di comunicazione; rafforzare la leggibilità dei caratteri costitutivi delle singole parti, dai margini al fulcro centrale monumentale, e rendere leggibile la distanza reciproca.

La proposta prevede la ridefinizione dei percorsi nel centro abitato di Passariano e la reinvenzione della originaria discontinuità tra giardino (dentro il muro) e campagna (fuori), ritrovando un disegno geometrico che reinterpreti l’originaria struttura settecentesca, ancora percettibile nonostante le trasformazioni all’inglese e l’attuale condizione.

Il laboratorio ha proposto due svolte necessarie: il passaggio dalla molteplicità all’unità dei poteri di governo del compendio; il passaggio dal ruolo di contenitore di eventi occasionali allo status di organismo vitale (impossibile senza l’instaurarsi di una comunità fissa di adeguato peso).

I materiali di indagine e le proposte sono stati ordinati nell’Atlante di Passariano 1996 (pdf 31 mb)

e una sintesi ne è stata pubblicata in «ProgettoRestauro», 13, gennaio 2000, pp. 8-14, e 14, marzo 2000,

pp. 11-22.

 

 

Indice dell'Atlante di Passariano
Un’agenda per Passariano,
Contributi:
Le strutture della natura,
Modificazioni dell’ambiente e del paesaggio,
Segni della storia nel territorio,
L’evoluzione del paesaggio nella cartografia storica,
Ipotesi sull’insediamento di Passariano prima dei Manin,
Promemoria sui giardini storici intorno a Codroipo,
Edifici e giardini dei Manin a Passariano,
Fasi di costruzione del complesso monumentale,
Mobilità, intermodalità e archeologia del paesaggio,
Monumenti e piazze di Passariano: usi attuali e potenziali,
Quantità in campo: computi metrici e stime finanziarie,
Verso un “quarto giardino”,
Nota sullo stato del patrimonio vegetale;
Referenze (regesto, fonti, bibliografia, cartografia,
aerofotogrammetria, glossario); Appendici; Allegati.



Naviga nelle pagine dei laboratori per il paesaggio

 

novembre 1995 - marzo 1996

laboratorio

 

committenza
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ufficio di Piano

coordinamento
Domenico Luciani

seminari con
Furio Bianco, Maurizio Buora, Tiziana Cividini, Flavio Crippa, Giovanni Crucil, Donata Degrassi, Adriano Fabbro, Martina Frank, Franco Molinari, Mariella Moreno e Alessandro Patriarca

partecipanti
Massimo Asquini, Mario Bortolato, Renzo Carniello, Cassiano Dall’Antonia, Ida Frigo, Teresa Marson, Mariolina Monge, Francesca Rossi, Massimo Rossi, Francesca Venuto e Simonetta Zanon,
con la collaborazione di
Dino Barattin, Gilberto Ganzer, Rossana Mascherin, Giancarlo Toffoletti e Giancarlo Tonutti

indagini geofisiche
Maurizio Pivetta e Mario Zini

Documenti
 
 
FONDAZIONE BENETTON STUDI RICERCHE
via Cornarotta 7-9, Treviso, Italy | c.f. 01236810261
     Privacy Policy      Cookie Policy      Partecipazioni      Link