GIUGNO 2024
L M M G V S D
10
11
12
13
14
15
16
la Fondazione per

La vita e le opere di Ludovico Braidotti

(Gorizia 1865-Trieste 1939)


La ricerca, in corso, si propone di far luce sulla figura di Ludovico Braidotti, l’architetto artefice del Frenocomio Civico e dell’Ospizio per cronici di Trieste (1903-1908).
Braidotti nasce a Gorizia il 3 luglio 1865, figlio di un artigiano, restauratore di mobili e oggetti d’arte. Dopo la Scuola Reale a Gorizia, studia a Vienna dal l882 al 1887, dove frequenta il Politecnico e si laurea nel 1887. Sono gli anni di transizione tra il pieno classicismo neobarocco (l’era del Ring e di Gottfried Semper) e quella che sarà la rottura del movimento di Secessione alla fine del secolo. Sono gli anni del dibattito sul rapporto tra “il moderno” e “l’antico”, segnati dal pensiero urbanistico di Camillo Sitte (L’arte di costruire le città esce nel 1889), dall’opera di Otto Wagner (1841-1918) e dagli inizi della scuola di storia dell’arte di Franz Wickhoff e Alois Riegl.
Tornato a Gorizia, nel 1889 si trasferirà a Trieste dove per mezzo secolo, fino alla morte, prima insegna, poi progetta e costruisce grandi edifici scolastici e il manicomio di Gorizia, conducendo un’intensa vita pubblica, con incarichi politico-amministrativi significativi.



 
ricerca 1998

Ricercatore:
Cassiano Dall’Antonia

Supervisore:
Domenico Luciani

 
 
FONDAZIONE BENETTON STUDI RICERCHE
via Cornarotta 7-9, Treviso, Italy | c.f. 01236810261
     Privacy Policy      Cookie Policy      Partecipazioni      Link